lunedì 10 novembre 2014

Sfogliata light di Emmentaler DOP, cialde di pasta fillo, mela fuji e gamberetti

Ed eccoci alla seconda prova del contest #noiCHEESEamo!.
E' la volta dell'Emmentaler uno tra i più amati Formaggi Svizzeri.
Ho pensato ad un piatto fresco e di fantasia che ben si accompagna al formaggio con i buchi.
E' anche un piatto del cuore per la presenza della mela fuji che adoro
 e che si accompagna magnificamente a questo splendido formaggio.
Per una persona
  • Emmentaler gr 50
  • Mela fuji: uno spicchio
  • Gamberetti 50 gr
  • Rucola
  • 1 foglio di pasta fillo
  • Germogli di soia, se graditi
  • Olio evo, sale, pepe e limone
Iniziamo dalle cialdine di pasta fillo.
Accendiamo il forno a 180°.
Dividiamo il foglio in quadrati che cuoceremo su carta forno per qualche minuto.
Fate sempre attenzione alla pasta fillo quando è in forno. E' leggerissima e potrebbe bruciarsi! La cosa migliore è controllarla sempre e toglierla appena è dorata.

Affettiamo molto sottilmente l'Emmentaler e la mela.
Riuniamo in una terrina il formaggio, la mela, i gamberetti, la rucola ed i germogli di soia se graditi.
Condiamo con un cucchiaino d'olio, sale pepe e limone.

Passiamo a comporre la nostra sfogliata alternando una cialda di pasta fillo ad uno strato di Emmentaler, mela, rucola e gamberetti.
Un piatto molto semplice ma di grande effetto. Perfetto per un antipasto leggero e delicato oppure per un piatto unico



Forse non tutti sanno che Tina Turner vive da molti anni in Svizzera ed è cittadina elvetica.
Tina Turner - "The Best"

E' una vera felicità cucinare per gli amici.
Lorena








domenica 9 novembre 2014

Muffins con Gruyère e piselli. Ricetta light


Ma che bontà, ma che bontà ... cantava Mina diversi anni orsono.
La nostra cantante più amata si è trasferita in Svizzera da molti anni.
Sarà per la bontà dei formaggi? Chissà!
Assaggino dopo assaggino i Formaggi della Svizzera ti conquistano.
Già il pensiero delle verdi vallate nelle quali vengono prodotti
evoca un senso di pace e benessere; e poi vogliamo parlare del 
gusto deciso dell'Emmentaler e di quello morbido e versatile del Gruyère?
Appena arrivati ho fatto un assaggino: a fettine con pane e vino bianco ... fantastici!
I formaggi, ovviamente, già li conoscevo, ma avendoli insieme ho apprezzato le differenze.
Il Gruyère DOP - pasta compatta ed allo stesso tempo cremosa, profumo importante,
gusto profondo - mi è sembrato più adatto ad una cucina più classica e tradizionale.
L'Emmentaler - pasta soda, profumo aromatico, gusto deciso, con quei buchi che fanno subito simpatia - è già sbarazzino nell'aspetto e si presta
ad essere protagonista di una cucina innovativa e giovane.


Il tema del contest #noiCHEESEamo! è quello della cucina del cuore. Per il Gruyère ho scelto i muffins.
Non perchè mi vengano da una tradizione familiare ma perchè il muffin salato ti conquista.
Già è delizioso nell'aspetto, è pratico da servire quando si è in compagni di amici e poi è perfetto per i bambini. Quale migliore modo per invitarli a mangiare le verdure?


Per 5 muffins

  • 50 gr di Gruyère DOP
  • 1 uovo
  • 40 gr di farina 00
  • 60 gr di piselli 
  • noce moscata
  • olio evo
  • un pizzico di lievito istantaneo in polvere
Per primo tagliamo a cubetti piccoli 20 gr di Gruyère e li mettiamo da parte. Sbollentiamo i piselli in acqua salata e li lasciamo freddare.
In una piccola terrina battiamo l'uovo con un pizzico di sale.

Aggiungiamo via via la farina setacciata, un cucchiaino di olio evo ed una grattugiata di noce moscata.
Accendiamo intanto il forno, modalità ventilato, e portiamolo a 180°.
Quando siamo pronti per infornare prepariamo 5 pirottini sulla placca del forno.
Mescoliamo il lievito, riuniamo il Gruyère ed i piselli e versiamo il composto nei pirottini.
La cottura totale è di 18/20 mn.
Prepariamo con il restante Gruyère 5 dadi. Passati 13 mn di cottura apriamo il forno e posizioniamo su ciascun muffin un dado di Gruyère. Rimettiamo in forno per il restante tempo.
Il formaggio formerà una crosticina dorata e gustosissima.
Un consiglio: lasciate raffreddare i muffins nel forno semiaperto affinchè non si sgonfino.
La cucina è allegria ed amicizia.
Un caro saluto
Lorena



Eccomi pronta anche questa volta a suggerirvi un accompagnamento musicale
 alla ricetta.
Oggi è facilissimo: Mina. "Ma che bontà"