sabato 15 marzo 2014

Risotto light alla mela verde e fiori di zucca, con mantecatura al formaggio di fossa di Sogliano





Allegro ed audace. Così vi racconto questo risotto.
Allegro per i colori ed audace per 
l'accostamento di ingredienti tradizionali, come il formaggio di fossa, ad altri
più insoliti in un primo piatto, come la mela verde. 
Mia nonna era di Sogliano e nel mio frigo di formaggio di fossa ce n'è sempre un pezzettino.
Assaggiatelo, è un formaggio di antichissima tradizione a denominazione di origine protetta. Buonissimo!

Per un risotto light
    • 70 gr di riso arborio
    • uno spicchio di mela verde
    • 3 fiori di zucca
    • 15 gr di formaggio
    • cipolla
    • brodo vegetale
    • un cucchiaino di olio evo




    Un quarto d'ora prima di iniziare a cucinare il riso ho  messo su un brodo vegetale con sedano, poca carota, sale e la polpa della mela. La parte vicina alla buccia l'ho passata nel limone e messa da parte.


    In un tegame antiaderente ho fatto appassire poca cipolla, tagliata finissima, nel cucchiaino d'olio. Ho tostato il riso ed iniziato la cottura versando via via un po di brodo.
    Quando il riso cuoceva da una decina di minuti ho tagliato il resto della mela a cubetti  e l'ho messa in cottura.




                                                                         Ho fatto delle listarelle con il fiore di zucca ed a fine cottura l'ho unito al risotto.

                            


    Ho tagliato con la grattugia grande un po di formaggio per la guarnizione.
    Ho sbriciolato il resto ed ho mantecato il risotto.






    Mentre scrivevo ho ascoltato questa canzone che lascio qui per tutti.      
      Sinéad O'Connor - "Nothing Compares 2U"